Pokémon si unisce alla lotta contro il razzismo, con una GIF sul profilo Twitter ufficiale. L’uccisione di George Floyd lo scorso 25 maggio, ha ricordato a tutto il mondo come l’odio basato sul colore della pelle, sia ancora radicato nelle menti di alcune persone.

Le immagini della morte di George Floyd, hanno fatto il giro di tutti i social, scatenando la reazione di tutte le minoranze presenti sul territorio degli Stati Uniti, vittime di violenza ingiustificata da parte della polizia. La vicenda ha riacceso la lotta al razzismo ed alla violenza gratuita da parte della polizia, scatenando una serie di eventi che hanno smosso la coscienza di tutti noi.

Il grido di battaglia della comunità afroamericana, è stato accolto in ogni parte degli Stati Uniti e del mondo, con reazioni sui social e non solo da parte di chiunque. Pokémon si unisce alla battaglia, come fatto da Sony, Electronic Arts e tante altre figure importanti del mondo videoludico.

Il razzismo va combattuto e sconfitto in ogni sua forma, al mondo siamo tutti fratelli, non importa il colore della pelle, la provenienza o il nostro luogo di nascita. Noi siamo esseri umani, madri, padri, figlie, figli, fratelli, sorelle, ma soprattutto uomini e donne. Non dobbiamo lasciare impunita la morte di George Floyd, i responsabili devono pagare e tutto il mondo deve essere unito nella lotta contro il razzismo.

Non dimenticatevi che ogni piccolo gesto è importante! Nelle stories del nostro account Instagram ufficiale, Pokémon Next, troverete un link per firmare la petizione per ottenere giustizia per George Floyd, che ha raccolto oltre 10 milioni di firme. La forza di uno, è la forza di tutti!

#BlackLivesMatter #NoToRacism