Bambino vende carte Pokémon per curare il suo cane malato

AUTORE

CATEGORIA

CONDIVIDI

Un bambino di 8 anni di nome Bryson Kliemann ha dovuto vendere la sua collezione di carte Pokémon per poter curare il proprio pelosetto a quattro zampe. Il cane era affetto da una malattia molto contagiosa e rischiava il peggio. Il veterinario ha chiesto alla famiglia del bimbo 700 dollari per curare l’animale, ma la famiglia non poteva permetterselo!

Segui le novità e commenta con tanti altri Allenatori seguendoci su Telegram, Instagram e altri nostri social: https://bit.ly/3i0IKKR

Bryson Kliemann, che non aveva alcuna intenzione di perdere il proprio cagnolino, non ci ha pensato due volte. Ha preso la sua intera collezione di carte Pokémon e l’ha messa in vendita su un banchetto a bordo strada. Il suo scopo era quello di raggiungere la cifra per le spese mediche, 700 dollari. Grazie ad una raccolta fondi sulla piattaforma Go Fund Me ha raccolto ben oltre la cifra stabilita: 5000 dollari! Il bambino è riuscito a pagare le cure per il proprio cane e ha messo la restante parte del ricavato in un fondo cassa per future spese del pelosetto o altre spese per gli animali della zona.

L’incredibile e toccante storia è arrivata alle orecchie e al cuore di The Pokémon Company. Nonostante la sua enorme passione per Pokémon è riuscito a salvare il proprio cane rinunciando a ciò che aveva di più prezioso: le sue amate carte! Per premiare l’infinita gentilezza e bontà d’animo di questo bambino, la società giapponese ha deciso di mandargli un’intero pacco di carte Pokémon rare! Ecco il video dove il bambino le riceve:

The Pokémon Company è sempre molto sensibile alle giuste cause. Ultimamente anche ad un movimento molto recente che si è creato contro la discriminazione del popolo asiatico chiamato #StopAsianHate che a causa del Covid-19 venivano presi di mira.