Bowser si è dichiarato colpevole dei propri crimini e dovrà pagare 4.5 milioni di dollari

AUTORE

CATEGORIA

CONDIVIDI

No, non stiamo parliamo di Bowser, la nemesi di Super Mario, ma di Gary Bowser, un cyber-criminale che vendeva e distribuiva versioni modificate di Nintendo Switch e 3DS.

Entra nel Gruppo Telegram di Pokémon Next per seguire tutte le novità e commentarle con gli altri utenti: http://bit.ly/2F95vcD

Bowser si è dichiarato colpevole dei propri crimini contro Nintendo e ha accettato di pagare 4.5 milioni di dollari; potrebbe avere inoltre una condanna aggiuntiva di vari anni in prigione.

Il gruppo di cui Bowser faceva parte è stato attivo dal 2013 fino all’agosto 2020. L’attività di questi cyber-criminali era quella di creare, vendere e distribuire versioni modificate di Nintendo Switch e 3DS, in grado di eseguire giochi ROM.

Nintendo è sempre ben attenta a difendere le proprie proprietà, difatti nell’aprile 2021 aveva fatto causa a Bowser; poiché questo tipo di procedura danneggia i guadagni di Nintendo e degli sviluppatori ed editori coinvolti.

Bowser afferma di aver ricevuto solo tra i 500 e i 1000 dollari al mese per la propria partecipazione. Ma alcune entrate pubblicitarie aggiuntive, hanno portato i suoi guadagni totali a circa 320.000 dollari. L’attività ha causato la perdita di almeno decine di milioni di dollari di proventi tramite la vendita dei dispositivi hackerati.

Bowser in Super Mario 3D World

“Il signor Bowser ha capito che la sua partecipazione all’impresa illegale ha danneggiato i detentori del copyright e del marchio, i produttori di console e altri che avevano diritto alle entrate derivanti non solo dall’uso delle console hackerate, ma anche dall’acquisto e dall’utilizzo di videogiochi protetti da copyright” si legge nel dossier.

In conclusione possiamo dire che giustizia è stata fatta e questa volta non centrano Mario e i suoi amici! Vi ricordiamo che è stato annunciato il film su Super Mario; anche un’altra icona Nintendo avrà un suo film!