Juan Arai è un animatore freelance di 45 anni, che ha lavorato a serie come Love Hina, Emma – Una storia romantica, Higurashi When They Cry, Gurren Lagann e Sword Art Online. L’uomo ha sollevato una forte critica contro la serie anime Pokémon, soprattutto per lo stato in cui lavora lo staff.

In particolare, afferma che gli animatori dello show stiano ricevendo un salario molto basso. Molti dei guadagni sono di solo 4.500 yen per taglio di animazione (vale a dire una breve sequenza animata di lunghezza non specificata). Questa cifra equivale oggi a circa $42.


“L’anime Pokémon paga 4.500 yen (42 dollari) per taglio di animazione, il che significa che è realizzato con alcuni degli artwork meno pagati nel settore degli anime. Se lo si vede come tariffa oraria, è meno denaro di quanto pagato lavorando part-time in un minimarket “.

È importante però dire che Jun Arai non sembra aver lavorato direttamente con l’anime Pokémon, quindi la cifra di 4.500 yen è, nella migliore delle ipotesi, una stima professionale. Quindi sarebbe meglio prendere le sue parole con le pinze.

Tuttavia, il commento di Arai è in linea con molti rapporti esistenti sul settore degli anime. Ormai non è un segreto che gli animatori giapponesi guadagnino, molto spesso, cifre irrisorie per il loro lavoro, e la situazione non è migliorata negli anni.