Un’ordinanza limita il tempo d’uso dei videogiochi nella prefettura giapponese di Kagawa

-

In molti sono consapevoli di quanto sia discusso l’argomento “videogiochi“, in alcuni Paesi più che in altri. È il caso della prefettura di Kagawa, in Giappone, dove, all’inizio del 2020, si è discussa un’ordinanza che limiterebbe il tempo in cui i bambini giocano ai videogiochi fino ad un massimo di 60 minuti al giorno.

A decidere riguardo l’approvazione di questo atto amministrativo sono stati i residenti del luogo, che hanno ricevuto il compito di votare. Le opzioni date agli abitanti sono state tre: si poteva essere a favore, contro oppure si potevano dare delle opinioni differenti. Il risultato del sondaggio è stato davvero incredibile. Infatti, ben 2269 abitanti hanno votato in modo favorevole, 334 in modo contrario e solo 12 hanno avuto delle obiezioni. L’ordinanza è quindi in via di approvazione, dati i risultati del sondaggio che descrivono un rapporto 9 a 1.

Cosa ne pensate voi? È un atto che reputate giusta o no? I bambini dovrebbero avere un limite per giocare ai videogiochi? Potete parlarci delle vostre opinioni sul nostro gruppo Telegram ufficiale! Entrate cliccando qui!