Come ben sappiamo, Nintendo è una tra le società di videogiochi più conosciute al mondo. Per mantenere questa conoscibilità, ha sviluppato e mantenuto uno dei suoi punti di forza: l’essere il brand più visto nel sistema televisivo americano! Nintendo, infatti, tra il 16 aprile e il 15 maggio del 2020, è stata la società più vista nella televisione americana. I dati si basano sulle proiezioni pubblicitarie dell’Auditel statunitense. È dovere sottolineare il fatto che Nintendo sia riuscita a raggiungere questo traguardo anche dopo il profondo calo di tutto il settore, nell’ambito pubblicitario americano (circa del 26,67%).

Se volete rimanere aggiornati sulle ultime novità del mondo Pokémon e Nintendo, seguiteci su tutti i nostri social.

Nintendo of America, molto attiva sia sul lato dell’engagement del pubblico, che sul lato delle attività di marketing, ha deciso di continuare a sfruttare, in modo poderoso, uno strumento tradizionale, come la televisione di massa, per lanciare campagne promozionali a tappeto, anche abbastanza aggressive, volte sia a conquistare nuove fasce di utenti, che a mantenere la fiducia e la conoscibilità del marchio, quindi per cercare di non disperdere quote di mercato. Le sue attività principali, sul lato della promozione pubblicitaria, possono essere riassunte in questi dati:

  • 413.9 milioni di views televisive, generate da 14 spot ripetuti ben 2700 volte*
  • 150 milioni di views grazie a “How We Play: Mario Kart 8“*
  • Miglior programma americano, nel genere dei cartoons, insieme a Spongebob Squarepants, prodotto dalla Nickelodeon, società del gruppo Discovery, e Big City Green, prodotto dagli studi della Disney.

Cosa ne pensate di questo fantastico traguardo raggiunto dal brand Nintendo? Diteci pure la vostra.

* I dati raccolti si basano su proiezioni statistiche, determinate sulla base dei dati e delle preferenze di consumo (in termini di fruizione di canali televisivi), di un campione rappresentativo della popolazione americana. Il campione complessivo si è basato sul monitoraggio dei comportamenti di 100000 fra nuclei familiari e persone che vivono da sole, con tutti i loro dispositivi. L’indagine basata sul metodo CAWI, ha suddiviso la popolazione americana per Stato di residenza, etnia, religione, livello d’istruzione, genere, occupazione lavorativa ed età geriatrica, componendo un campione rappresentativo, che rispecchiasse proporzionalmente le classi, pari al 0,0483% della popolazione americana. Trattasi quindi di dati soggetti ad errore statistico, del 10% in termini assoluti, quindi del 5% in incremento o in decremento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui