Riassunto episodio 16 di Pokémon Esplorazioni Master

-

Nel precedente episodio, i ragazzi hanno partecipato ad una gara acquatica con i loro Pokémon, con Chloe che ha imparato a capire meglio il suo Eevee…

In questa puntata, i ragazzi si dirigono a Cuordilava nella regione di Hoenn dopo essere stati chiamati da Hermes in seguito al prosciugamento delle acque termali di suo zio, che sembrerebbe essere collegato all’apparizione di un esemplare di Absol.

Arrivati sul posto incontrano Hermes che, durante il cammino, mostra ai ragazzi un antico reperto raffigurante Absol e i vari danni che aveva causato, in passato, alla popolazione.

Arrivati dallo zio di Hermes, scoprono che quest’ultimo stava organizzando una caccia all’Absol con dei suoi uomini, con i ragazzi che tentano di convincerlo che forse Absol sta facendo quelle apparizioni per altri motivi.

Hermes spiega ai ragazzi che l’acqua calda non arriva più dal Monte Camino da circa un mese, proprio poco dopo l’apparizione del Pokémon. E per questo, Ash e Goh si mettono in marcia per raggiungere la sorgente dell’acqua calda del Monte.

Mentre percorrono una salita molto ripida, Absol appare davanti a loro, e inizia a lanciare dei forti Ventaglienti che mettono in difficoltà i nostri eroi, per poi sparire.

Nonostante questo, i ragazzi e i loro Pokémon proseguono il viaggio arrivando a trovare i tubi che collegano le acque termali dello zio di Hermes alla sorgente, trovando una zona completamente ghiacciata, motivo per il quale l’acqua non ha più raggiunto la zona termale.

Grazie anche al Trapinch di Goh, i ragazzi capiscono che la zona ha subito una modifica alquanto strana, per poi trovarsi poco di colpo davanti ad un Glalie.

Dopo una breve lotta con scampato pericolo, il gruppo lo seguono e scoprono che c’è in realtà un gruppo di Glalie e un piccolo Snorunt, giungendo alla conclusione che la zona fosse stata ghiacciata da loro per poter vivere in tranquillità e senza il calore locale, che li avrebbe potuti danneggiare.

Appare nuovamente Absol che attacca i ragazzi, per poi poco dopo sparire nuovamente. A quel punto, i due si chiedono se Absol non stesse cercando di avvisarli di qualcosa. A Goh viene la brillante idea di chiedere ad Hermes, rimasto in città, di controllare meglio il reperto, e a gran sorpresa scopre che vi era raffigurata proprio una zona innevata con accanto il Monte che stava eruttando.

Goh, dunque, capisce che Absol stava proprio tentando di far capire loro che un’eruzione è imminente, con il ragazzo che scopre che la stessa cosa fosse accaduta 300 anni prima.

I ragazzi si dirigono sul posto e decidono di colpire un grosso macigno per far fuoriuscire il vapore, ma non riescono nemmeno a scalfirlo con Pikachu e Cinderace. Giunge anche Absol, che da una mano alla causa con Ventagliente. Il tempo però stringe, e Absol decide di gettarsi con una testata contro il masso per distruggerlo, riuscendo nell’intento. All’improvviso però un geyser mette in serio pericolo il Pokémon, ma i riflessi di Goh gli permettono di lanciare una Poké Ball senza pensarci troppo e di catturarlo, salvando la creatura.

L’eruzione è sventata, e Goh decide ovviamente di liberare Absol. Ma il Pokémon non vuole, e ritorna nella Poké Ball dell’Allenatore, che ha adesso un nuovo amico.

Le acque termali tornano a Cuordilava con tutto il loro calore, con i Glalie e Snorunt che avranno anche un posto tutto dedicato a loro. Lo zio di Hermes chiede scusa ai ragazzi gettandosi dell’acqua ghiacciata addosso, a mo’ di Ice Bucket Challenge, con la pace, che è finalmente tornata a Cuordilava…

Nel prossimo episodio, la vecchia compagna di viaggio di Ash, Iris, sfiderà il ragazzo in una lotta Pokémon valida per la Classe Ultra del Torneo Mondiale per l’Incoronazione.