Giallo di Bosco Smeraldo, la predestinata

AUTORE

CATEGORIA

CONDIVIDI

Tempo fa, abbiamo realizzato un articolo nel quale parlavamo dell’universo della serie manga Pokémon: La Grande Avventura e di come essa tratti il mondo Pokémon in una maniera totalmente nuova e innovativa, che vi invitiamo a leggere nel caso in cui ve lo foste perso cliccando qui. In quest’articolo, invece, racconteremo la storia di Giallo, giovane allenatrice proveniente da Bosco Smeraldo, dotata di uno straordinario e unico potere

Entra nel Gruppo Telegram di Pokémon Next per seguire tutte le novità e commentarle con gli altri utenti: http://bit.ly/2F95vcD

La Grande Avventura di Giallo

Arco Rosso, Blu & Verde

Giallo è una giovane e ingenua ragazzina che vive pacificamente le sue giornate a Smeraldopoli. Durante una sua spedizione presso Bosco Smeraldo, però, un Dratini fuori controllo l’attacca ed ella, trovandosi in seria difficoltà e senza alcun Pokémon al suo fianco, corre subito alla ricerca di aiuto. In suo soccorso arriva Rosso – allenatore proveniente da Biancavilla – che sconfigge Dratini insieme ai suoi fidati Pokémon. Dopo averla tratta in salvo, Rosso convince Giallo a catturare il suo primo Pokémon, ovvero un esemplare di Rattata che la giovane ragazzina soprannomina affettuosamente “Ratty”. Rosso, allora, dice a Giallo che se lei, in futuro, allenerà i suoi Pokémon con amore, essi le saranno sempre vicino in qualsiasi momento. Giallo, in seguito, cura Rosso da alcune ferite subite nel corso della sua lotta contro Giovanni, Capopalestra della città di Smeraldopoli, utilizzando il suo particolare potere, consistente non solo nel curare le ferite di Pokémon ed esseri umani, ma anche nel leggere nella mente di tutti mostriciattoli tascabili. Questo potere, inoltre, si palesa esclusivamente nella città di Smeraldopoli e su determinati neonati, che, secondo una leggenda, sono destinati ad essere ricordati per le loro gesta. Nel nostro caso, i neonati predestinati sono due, ovvero Giallo e Lance, leader dei Superquattro anch’egli originario di Smeraldopoli.

Arco Giallo

Sono passati due lunghi anni dall’ultimo incontro di Giallo e Rosso, nel corso dei quali il giovanotto proveniente da Biancavilla, dopo essere diventato Campione della regione di Kanto sconfiggendo in una lotta epocale il suo rivale Blu, scompare misteriosamente dalla circolazione a seguito dell’invito ricevuto dal Superquattro Bruno a misurarsi con lui in uno scontro. A causa della sua scomparsa, dunque, tutti gli amici di Rosso si mettono alla sua ricerca. Ma cosa c’entra Giallo in tutto ciò? Ebbene, mentre la piccola ragazzina si trova presso il Bosco Smeraldo insieme al suo Ratty e al suo Dody – esemplare di Doduo regalatole da suo zio, viene trovata da Verde – amica di vecchia data di Rosso – che, scorgendo dei ritratti raffiguranti proprio il suo amico sperduto nell’album da disegno di Giallo, le chiede di mettersi alla ricerca di Rosso e del suo Pikachu, che pare essere riuscito a sfuggire alla minaccia dei Superquattro. Prima di mettersi in viaggio, però, Giallo viene camuffata come un maschio da Verde grazie ad un cappello di paglia al cui interno Verde stessa vi inserisce segretamente dei localizzatori e dei rilevatori, in modo da seguire al meglio il viaggio di Giallo.

Giallo allora giunge finalmente a Biancavilla dove trova il Pikachu di Rosso. Prima di prenderlo con sé, però, Giallo viene sfidata in una lotta dal Professor Oak, il quale inizialmente non è convinto delle reali capacità della giovane. La ragazza, però, riesce a sconfiggere il Professor Oak e si mette in viaggio, decidendo di sconfiggere personalmente i Superquattro in modo da vendicare Rosso e in particolare Pikachu, rimasto traumatizzato e malconcio a causa del suo incontro con i quattro loschi figuri. In seguito, Giallo si reca nuovamente a Bosco Smeraldo, dove incontra e salva da un feroce esemplare di Seadra il famoso ricercatore di Pokémon Bill, ricorrendo in quell’occasione all’utilizzo dei suoi poteri.

Giallo, dopo questa particolare disavventura, passa un altro po’ di tempo insieme a Bill, tempo che, ahinoi, viene condito da un avvenimento ben peggiore. Infatti i due poveri giovani si imbattono in Lorelei, Superquattro esperta del tipo Ghiaccio che, incuriosita dai poteri di Giallo, tenta di prenderla in ostaggio usando i suoi esemplari di Dewgong e di Cloyster, che seppelliscono vivi Giallo e Bill attraverso l’uso dei loro attacchi più potenti. Giallo, però,  mantiene la calma nonostante la gravità della situazione e riesce a sfuggire da una morte certa grazie all’aiuto dei suoi Pokémon, usati come diversivi mentre ella era intenta a trovare una via di fuga. Lorelei, lasciatasi sfuggire Giallo, avverte Agatha, altra Superquattro della regione di Kanto, del suo incontro con la giovane ragazzina, dei suoi particolari poteri e del fatto che il Pikachu di Rosso è sotto la custodia del loro nuovo bersaglio.

Agatha, allora, recluta Miles, giovane studente della Scuola Pokémon dotato di una grande intelligenza e destrezza nelle lotte, così da consegnare nelle mani dei Superquattro Giallo e Pikachu. Trovata da Erika, Giallo e la Capopalestra esperta del tipo Erba giungono ad Azzurropoli, dove la donna le chiede di affidarle Pikachu, poiché ella crede che la ragazza proveniente da Smeraldopoli non sia abbastanza pronta per affrontare i Superquattro. Tuttavia, Giallo stupisce la scettica Erika sconfiggendo in una lotta molto impegnativa Miles, che, per attirare l’attenzione di Pikachu, appare di fronte ai suoi occhi e a quelli di Giallo travestito da niente meno che Rosso. Una volta sconfitto, Miles viene portato via da un Gastly appartenente ad Agatha, il quale viene attaccato prima da Blaine che, non solo lo manca, ma rischia anche di ridurre in cenere un albero nel quale vi risiede un piccolo Caterpie, salvato poi da Giallo. In seguito, il Gastly di Agatha viene sconfitto con grande maestria da Blu, il rivale di lunga data di Rosso, giunto sul posto pensando di ritrovare il suo vecchio amico.

Rimasta ammaliata dalla maestria di Blu durante la lotta contro il Gastly di Agatha, Giallo chiede al nipote del Professor Oak di allenarla fino allo stremo delle forze, in modo da prepararla al meglio per sgomimare la minaccia dei Superquattro una volta per tutte. Blu, inizialmente titubante, decide di portare con sé Giallo, avvertendola, però, che al minimo segnale di resa, non l’avrebbe più allenata. E così, con l’aggiunta alla sua squadra di un Omanyte e di un Graveler, dati in prestito da Misty e Brock e soprannominati poi da Giallo rispettivamente “Omny” e “Gravvy”, la giovane ragazzina parte finalmente insieme a Blu verso una località a lei sconosciuta. Giunti presso il luogo d’allenamento, Giallo fa la scoperta del fenomeno dell’evoluzione, assistendo a quella del suo Rattata in un Raticate. Inoltre, ella impara anche a catturare un Pokémon, facendo entrare nella sua schiera di alleati il Caterpie da lei salvato presso Azzurropoli, soprannominato poi “Kitty”. La ragazza, però, dopo uno scontro con un branco di Mankey capeggiati da un Primape, decide di allenarsi per conto proprio, poiché Blu, durante la lotta contro il branco di Pokémon Suinpanzé, capisce che la sua nuova allieva non è ancora in grado di sconfiggere i suoi avversari tutti da sola.

Allenatasi a dovere, Giallo decide di lasciare Blu e di raggiungere l’Isola Sommacco, sede del quartier generale dei Superquattro, per sventare i loro piani. Purtroppo però, la giovane non può attraversare il mare antistante il luogo del suo allenamento poiché nella sua squadra non è presente un Pokémon che conosce la mossa Surf. Di conseguenza, Giallo sale a bordo della Motonave Anna su consiglio di Blu, dove affronta e sconfigge Fulvio, Rio ed Enrico, i tre Capisquadra del Team Rocket, mostrando dei grandi miglioramenti nell’escogitare le sue strategie nelle situazioni più critiche.

Giallo, per sopperire alla mancanza nella sua squadra di un Pokémon in grado di usare Surf, decide di partecipare alla Gara di Surf tenuta ad Aranciopoli, per vincere Dragonair, Pokémon che conosce proprio la già citata mossa. Tuttavia, prima dell’inizio della gara, alla quale Giallo partecipa con uno Slowpoke datole in prestito da un nuotatore, l’esemplare di Dragonair si alza in cielo e, richiamato dal Superquattro Lance, che si scopre essere il suo Allenatore, distrugge con un potentissimo attacco la città di Aranciopoli. In seguito, Lance, notando che Giallo ha con sé il Pikachu di Rosso, attacca violentemente la giovane per catturare definitivamente il Pokémon Topo, non riuscendoci grazie ad una fortuita mossa proprio di Pikachu, che impara la mossa Surf ricorrendo ad uno stratagemma attraverso l’uso della mossa Sostituto. Dopo l’incontro con Lance, Giallo fa un’ultima sosta presso l’Isola Cannella, dove incontra Blaine che le dice di partire al più presto verso l’Isola Sommacco, dato che i Superquattro hanno iniziato la loro avanzata mandando un’orda di Pokémon presso le città di Plumbeopoli, Azzurropoli e Celestopoli.

Arrivata dopo un lungo tragitto presso l’Isola Sommacco, Giallo riesce ad entrare nella grotta dove vi è situato la base dei Superquattro insieme a Blu, grazie all’aiuto degli esemplari di Jigglypuff e Horsea di Verde. Una volta entrati, Giallo e Blu si ricongiungono con appunto Verde, Blaine e Bill. Sorprendentemente, i cinque ragazzi decidono di fare squadra con Koga, L.T. Surge e Sabrina, i tre ex generali del Team Rocket giunti sul posto per sgominare anche loro la minaccia dei Superquattro. Per la lotta contro i già citati uomini, l’Alakazam di Sabrina crea i Cucchiai del destino, speciali cucchiai che abbinano due Allenatori con stili di lotta e personalità simili. Giallo e Blaine, venendo scelti dal cucchiaio come compagni di lotta, decidono subito di mettersi alla ricerca di Lance e di sconfiggerlo. Prima dello scontro, però, Giallo e Blaine scoprono con immensa gioia che Rosso è ancora vivo e che ha intenzione di terminare la sua sfida personale contro il Superquattro Bruno, aiutato da L.T. Surge. L’esemplare di Electrode di L.T. Surge, però, per dare il colpo di grazia a Bruno utilizzando la mossa Esplosione, crea uno tsunami che spazza via il cappello di Giallo. Così facendo, la giovane si ritrova costretta a rivelare a Blaine che ella è in realtà una femmina e non un maschio come tutti credevano inizialmente. Una volta finito di ascoltare la storia di Giallo, Lance giunge sul posto e si batte con il Mewtwo di Blaine arrivando quasi a perdere. Tuttavia, Blaine e Mewtwo fanno posto a Giallo per via dell’immenso dispendio di forza impiegato durante la lotta.

Giallo e Lance, dunque, iniziano la loro lotta epocale, che vede i due Allenatori tenersi testa arditamente. Quando, però, Lance e Giallo si spostano sulla cima dell’Isola Sommacco, la ragazza rischia di venire definitivamente sconfitta, poiché Lance le rivela che anche lui è di Smeraldopoli e che sa usare i suoi stessi poteri. Tutto sembra andare per il verso giusto per Lance, ma, a sorpresa, arriva in soccorso di Giallo Giovanni, che mette a dura prova le abilità del Superquattro. Lance, però, approfitta del fatto che il Capo del Team Rocket è anche il Capopalestra della città di Smeraldopoli per evocare con l’Amplificatore di Energia delle Medaglie, speciale strumento che aumenta di molto la potenza dei Pokémon circostanti, il Pokémon leggendario Lugia. Giallo, però, non si perde d’animo e, facendo incanalare la forza di tutti i membri della sua squadra, evolutisi nella lotta su sua decisione, permette a Pikachu di sferrare Megafulmine, una potentissima mossa che mette la parola fine alla minaccia di Lance e di Lugia. Terminato lo scontro, infine, Giallo viene tratta in salvo da Rosso al quale restituisce, con immensa tristezza, il suo fidato Pikachu.

Arco Oro, Argento & Cristallo

Dopo gli avvenimenti dell’arco ad ella dedicato, Giallo torna a Smeraldopoli per condurre finalmente una vita tranquilla al fianco dei suoi Pokémon, a cui si unirà Chuchu, esemplare di Pikachu femmina, che inizia una relazione con il Pikachu di Rosso – che Giallo riavrà con sé solo quando l’Allenatore decide di recarsi presso le terme situate sul Monte Argento per curarsi da alcuni acciacchi dovuti allo stato di congelamento di quando lottò contro il Superquattro Bruno. Un giorno, però, Giallo viene chiamata da suo zio, che le chiede di compiere delle ricerche nella regione di Johto in merito al Pokémon che Lance evocò quando i due si sono scontrati. La ragazza, allora, si mette in marcia verso la suddetta regione, nella quale ha modo di farvi tante nuove conoscenze. Prima, però, Giallo fa visita alla Torre Bruciata, dove, grazie all’Aladargento e all’Ala d’Iride messe da Verde sul suo cappello di paglia, provoca il risveglio di Raikou, Entei e Suicune, le tre bestie leggendarie di Johto. Tra tutte le conoscenze fatte da Giallo nella suddetta regione, spicca sicuramente quella con Cristallo, insieme alla quale giunge presso le Isole Vorticose, luogo in cui scopre che il Pokémon leggendario evocato da Lance all’Isola Sommacco tempo prima è niente meno che Lugia, il quale le scaccerà via dalla sua dimora con un battito d’ali, infastidito dalla loro presenza.

In seguito a ciò, Giallo perde i sensi e si risveglia presso la Pensione Pokémon del Percorso 34, che viene attaccata dal Team Rocket. Giallo, di conseguenza, protegge l’edificio dalla minaccia con i suoi fidati Pokémon. Infine la ragazza affronta nel Bosco di Lecci insieme agli altri protagonisti Maschera di Ghiaccio, il nuovo capo del Team Rocket dopo la dipartita di Giovanni, che cerca di sfuggire agli Allenatori entrando in un vuoto temporale, nel quale Giallo vi fa entrare Oro, Argento e Cristallo, in modo che siano loro a sconfiggere definitivamente l’uomo. Infine, la giovane, quando i tre ragazzi escono dal vuoto, vedendo che Oro ha dalla sua parte un Pichu, nato dalla relazione tra il Pikachu di Rosso e la Pikachu di Giallo, decide di denominare l’allora sconosciuta specie proprio con il nome di Pichu.

Arco Rosso Fuoco & Verde Foglia

Dopo aver contribuito alla lotta contro Maschera di Ghiaccio, Giallo ritorna a Smeraldopoli con lo scopo di incontrare di nuovo Blu, da poco divenuto nuovo Capopalestra della sopracitata città. Giunta nella palestra della sua città natale, la ragazza vi trova solo un ologramma del nuovo Capopalestra, il quale la sconfigge senza troppe difficoltà. Uscita dall’edificio, Giallo incontra dopo tempo Argento, il quale le dice di essere lì per scoprire qualcosa in più sui suoi genitori che non vede da ormai molti anni. Giallo, allora, ricorre alla lettura nella mente dello Sneasel di Argento, scorgendo soltanto una statua di Giovanni situata in precedenza nella già citata palestra. Argento, allora, decide di mettersi alla ricerca dell’uomo per scoprire se egli abbia in qualche modo un legame con la statua, venendo però esortato da Giallo di non farlo, data l’estrema crudeltà di Giovanni. Improvvisamente, un’astronave con su scritto il simbolo del Team Rocket giunge lì vicino per rapire il giovane Argento, riuscendoci dopo che Sird e Orm, due membri della già citata organizzazione, rivelano al ragazzo che egli è proprio il figlio di Giovanni. Giallo, allora, cerca di salvare Argento infiltrandosi nell’astronave del Team Rocket grazie ai suoi Pokémon. Qui vi incontra, con suo grande stupore, Rosso, il quale sta cercando di fermare l’avanzata di Giovanni lottando contro il suo Deoxys.

Quest’ultimo comunica telepaticamente con Giallo, cercando di dirle qualcosa in più sul suo passato e su ciò che potrebbe accadere loro se non fermano Giovanni. In seguito, Sird racconta della separazione del Deoxys di Giovanni con un altro esemplare suo gemello, rivelandole che ora che hanno Argento tra le loro mani, sono intenzionati di sbarazzarsi dei due Pokémon DNA. A causa del grande dispendio di forze impiegato nella lettura della mente di Deoxys, Giallo cade priva di sensi in un misterioso buco nero, non prima di dire a Rosso che, anni prima, Giovanni ha somministrato parte del suo sangue per creare i due Deoxys. La ragazza, infine, dopo essere uscita dal già citato buco nero, viene trasformata in pietra insieme a Rosso, Blu, Verde e Argento a causa del raggio del Darkrai di Sird indirizzato verso il secondo Deoxys…

Arco Smeraldo

A seguito degli eventi avvenuti nell’Arco Rosso Fuoco & Verde Foglia, Giallo, insieme agli altri possessori del Pokédex nonché suoi amici, si trova in uno stato di incoscienza totale dovuta al raggio pietrificante lanciato dal Darkrai di Sird. Per questo motivo, il Professor Oak viaggerà in lungo e in largo per liberarli dalla pietrificazione. Dopo lunghe ricerche, il Professor Oak scopre che Jirachi, Pokémon misterioso originario della regione di Hoenn, è in procinto di risvegliarsi da un lungo sonno durato mille anni vicino al Parco Lotta, località situata nella sopracitata regione. Scoperto ciò, incarica Smeraldo, giovane Allenatore di Hoenn, di recarsi presso il Parco Lotta per convincere Jirachi a liberare i possessori del Pokédex dallo stato di pietrificazione, riuscendoci solo dopo numerosi tentativi. Fatto ciò, Giallo e i suoi amici si risvegliano, e proprio l’Allenatrice originaria di Smeraldopoli sconfigge Guile Hideout, principale antagonista dell’Arco Smeraldo, il quale aveva utilizzato a proprio piacimento i poteri di Jirachi. Sventata finalmente la minaccia del malvagio uomo, Giallo partecipa con i suoi alleati ad uno speciale torneo tenuto presso la Cupola Lotta che, però, non riesce a vincere a causa della superiorità di Smeraldo che esce trionfante dal torneo.

Arco Diamante & Perla

Nonostante la ragazza non appaia fisicamente, Giallo compie delle fugaci apparizioni nell’Arco Diamante & Perla. Infatti, la si vede comparire brevemente insieme agli possessori del Pokédex mentre la Recluta di livello avanzato, misterioso personaggio presente nel già citato arco narrativo, parla proprio del dispositivo a Diamante, anch’egli personaggio di grande importanza nell’Arco Diamante & Perla. In seguito, Giallo viene anche menzionata da Sird, ex membro del Team Rocket ora comandante del Team Galassia, mentre è intenta a ricordare quando, in passato, Giallo, Rosso, Blu, Verde e Argento furono pietrificati dal raggio del suo Darkrai.