Prepare for trouble – Episodio 4: N e Ghecis

-

In questa rubrica, Prepare for trouble, ci dedicheremo a discutere dei vari capi dei team malvagi che abbiamo incontrato e affrontato nelle nostre varie avventure nei giochi del brand Pokémon, raccontando la loro storia sia nell’universo videoludico che nella serie animata.

Segui le novità e commenta con tanti altri Allenatori seguendoci su Telegram, Instagram e altri nostri social: https://bit.ly/33zOKS7

Nell’episodio precedente, che nel caso ve lo foste perso vi invitiamo a leggerlo cliccando qui, abbiamo raccontato la storia di Cyrus, capo del temibile Team Galassia. Oggi, invece, parleremo di N e Ghecis, rispettivamente il designato re del Team Plasma e il fondatore di esso stesso.

La storia di N e Ghecis nell’universo videoludico

Unima

N, abbreviazione del suo vero nome Natural Harmonia Gropius, venne abbondonato dai suoi reali genitori in tenera età in un oscuro bosco. Lì, il ragazzo verrà cresciuto dai Pokémon che vi abitavano, imparando a comprendere il loro linguaggio, a comunicare con loro, e a leggerli nel pensiero. Questo dato in particolare dipinge alla perfezione quello che è il carattere di N, un ragazzo empatico, giudizioso, pacato e al tempo stesso fermamente convinto delle sue idee. Passati un po’ di anni, Ghecis, il più importante tra i Sette Saggi della regione di Unima, lo troverà nella sua piccola dimora nel bosco e deciderà non solo di adottarlo, ma di designarlo come il capo della sua organizzazione: il Team Plasma.

Questa mossa però, si tratta soltanto di un vigliacco trucco attuato dal malvagio vero capo della suddetta organizzazione che, sfruttando suo figlio adottivo N e quest’ultima, cercherà in tutti i modi di realizzare il suo dispotico e folle obiettivo, ovvero dominare l’intera regione di Unima rubando tutti i Pokémon esistenti. L’uomo però, deve fare i conti proprio contro il suo stesso burattino poiché N vorrebbe creare due mondi distinti e separati, uno abitato dagli essere umani, mentre l’altro invece dai Pokémon. Nonostante ciò, N e Ghecis collaboreranno pacificamente in Pokémon Nero e Bianco senza che il secondo faccia intendere le sue reali intenzioni al suo alleato.

Col susseguirsi della nostra avventura nella regione di Unima, affronteremo più volte N, con cui intraprenderemo spesso dei lunghi dialoghi su quello che è il suo più grande sogno. Questo dato ci farà capire che le sue intenzioni sono tutt’altro che malefiche, ma che purtroppo, non sono concretamente realizzabili e solo parte della sconfinata fantasia del designato re del Team Plasma, il quale non demorderà fin quando non inizierà un delirio che lo porterà a compiere un’azione estrema presso la Lega Pokémon.

Prima di fare ciò però, N si recherà alla Torre Dragospira e catturerà Reshiram in Pokémon Bianco e Zekrom in Pokémon Nero in modo da avere dalla sua parte un fidato alleato in più. Fatto ciò, come detto poc’anzi, N giungerà alla Lega Pokémon con l’intenzione di sconfiggere il saggio Campione Nardo, il quale cercherà di far ragionare in tutti i modi possibili il giovane ragazzo sognatore che, dopo aver discusso aspramente con il suo oppositore, farà erigere il suo castello al di fuori della struttura. Di lì a poco inizierà una vera e propria corsa contro il tempo per fermare l’ormai incosciente N che, non appena raggiungeremo la sala del trono del suo castello, ci rivelerà le sue vere intenzioni.

In seguito, il ragazzo ci chiederà di catturare Reshiram o Zekrom a seconda della versione del gioco in nostro possesso e, una volta fatto, di sfidarlo in una lotta condita dal sapore dell’epicità. Sconfitto senza non poche difficoltà, N non avrà una reazione negativa come tutti i Capi dei team malvagi che abbiamo incontrato, anzi, sulla sua faccia comparirà un soave sorriso, un sorriso che però nasconde tutti i rimorsi del giovane ragazzo per tutte le azioni compiute alla guida del suo Team Plasma.

Ma, purtroppo per noi, c’è un’altra minaccia che deve essere sventata, ovverosia quella del malvagio Ghecis che, vedendo il proprio figlio adottivo sconfitto e completamente redento, si infurierà come non mai e, dopo che anch’egli rivelerà tutto il suo malvagio piano, si scaglierà contro di noi insieme ai suoi Pokémon per poterci definitivamente abbattere. Nonostante la sua squadra sia composta da Pokémon di un’inaudita potenza come Hydreigon, Elektross e Cofagrigus, Ghecis non potrà nulla contro di noi, venendo sconfitto e arrestato. La pace sembra essere tornata nella regione di Unima; tuttavia, a seguito di un incontro con il Trio Oscuro, ci verrà rivelato che Ghecis è fuggito dalla prigione, lasciandoci presagire che, in futuro, sentiremo di nuovo parlare di Ghecis stesso e del Team Plasma…

Unima – due anni dopo

Sono passati due lunghi anni dalla disfatta di N e dall’arresto di Ghecis. Nella regione di Unima ora alberga una serena pace, ma non per molto. Infatti, Ghecis, è ufficialmente tornato in circolazione con l’intento di governare la regione di Unima attraverso l’utilizzo del Pokémon leggendario Kyurem. Grazie all’aiuto dello scienziato Acromio, nominato da Ghecis in persona come secondo capo del Team Plasma, l’uomo farà il possibile affinché questa volta i suoi piani riescano finalmente a concretizzarsi. Nonostante le terribili azioni compiute da egli e dei suoi scagnozzi però, l’uomo dovrà fare nuovamente i conti con noi e i nostri alleati che, dopo una lunga serie di faticose lotte, cercheranno di darci una mano al fine estirpare per sempre dalla regione di Unima la minaccia del folle capo del Team Plasma.

L’ultima ed estenuante resa dei conti con il dispotico Ghecis avverrà nella Fossa Gigante, luogo remoto in cui il capo del Team Plasma, per fermarci, evocherà Kyurem che, venendo esortato aspramente dal folle uomo, ci attaccherà. Tutto sembra essere perduto, ma, improvvisamente, dall’alto dei cieli di Unima arriverà volando grazie a Reshiram o Zekrom niente meno che… N! Il ragazzo, giunto in nostro soccorso, fermerà l’attacco del Pokémon Confine e si confronterà dopo tanto tempo con suo padre adottivo, il quale non si rivelerà per nulla sorpreso dell’arrivo del ragazzo.

Detto questo, l’uomo utilizzerà il Cuneo DNA per poter fondere con Kyurem il Reshiram o lo Zekrom di N, così da dare vita ad un nuovo e potentissimo Pokémon leggendario. Vista la gravità della situazione, prima dovremo sedare l’immensa potenza di Kyurem Nero o Kyurem Bianco e, una volta fatto, dovremo sconfiggere per l’ultima volta un Ghecis più infuriato che mai. Battuto Ghecis, Acromio, venuto a sapere dalla sconfitta del capo del Team Plasma, deciderà di sciogliere l’organizzazione così da mettere una volta per tutte la parola fine a questa terribile minaccia.

Alola

Spostiamoci ora nella soleggiata regione di Alola, dove soltanto Ghecis farà il suo ritorno dopo anni dalla sua ultima apparizione. Dopo aver fronteggiato la minaccia di Necrozma e delle Ultracreature, ed essere diventati il primo Campione della nuova Lega Pokémon, siamo chiamati ad abbattere un nuovo e incombente pericolo, un pericolo dalle tinte di color arcobaleno: il Team Rainbow Rocket. L’uomo, proveniente da una dimensione all’interno della quale non è mai stato sconfitto e ha per giunta realizzato i suoi obiettivi, sarà reclutato da Giovanni per poterlo aiutare a compiere il suo malvagio piano e, per questo motivo, cercherà di fermare la nostra avanzata contro il capo della nuova organizzazione.

Durante il corso dell’ardua lotta, oltre ai già citati Hydreigon, Cofagrigus ed Elektross, dovremo abbattere niente meno che Zekrom in Pokémon Ultrasole e Reshiram in Pokémon Ultraluna. Sconfitto, Ghecis si inferocirà al punto di scagliarsi contro Lylia, chiedendoci di gettare le nostre Poké Ball per evitare che la nostra amica faccia una brutta fine. Improvvisamente però, arriverà niente meno che Acromio che, dopo un breve confronto con Ghecis, utilizzerà l’Acrocongegno, invenzione messa appunto da egli stesso rispedendo nella sua dimensione originaria il capo del Team Plasma!


N e Ghecis nella serie animata

N e Ghecis ricopriranno un ruolo importantissimo nella serie animata in determinati episodi. Il primo, debutterà nella puntata intitolata “Il suo nome è N“, dove egli ispezionerà il Laboratorio P&P scovando alcune informazioni sul Pokémon misterioso Genesect. In seguito, N farà la conoscenza di Ash, Iris, Spighetto e i loro fidati Pokémon, mostrando ai nostri eroi la sua straordinaria capacità di saper comunicare e leggere nei pensieri dei loro mostriciattoli tascabili.

Per quanto riguarda Ghecis e il suo Team Plasma, dopo alcune fugaci apparizioni, saranno gli indiscussi protagonisti dell’episodio “Ash e N: due ideali a confronto“, dove semineranno il panico nelle Rovine Bianche. Entrato in possesso della Chiarolite, oggetto utile per l’evocazione del Pokémon leggendario Reshiram, Ghecis effettuerà un rituale per evocare il suddetto Pokémon e per prenderne il controllo. Nonostante questa folle azione, i nostri eroi, anche grazie all’aiuto di N, riusciranno a liberare dal soggiogamento di Ghecis Reshiram e, fatto questo, Ghecis, Acromio e il resto del Team Plasma saranno arrestati dall’agente Jenny. Sventata la minaccia della malvagia organizzazione, N e Ash si congederanno, con la promessa che un giorno si incontreranno di nuovo!