Nintendo Switch Pro: nuovi dettagli e chiarimenti sulle informazioni trapelate dal datamining

-

Si torna a parlare di Nintendo Switch Pro. Questa volta è toccato a Mike Heskin, autore – in collaborazione con SciresM del datamining sul firmware 10.0.0 di Nintendo Switch, che dal proprio profilo Twitter si è trovato costretto a chiarire tutte le informazioni trapelate dal datamining.

Commenta la notizia, resta aggiornato sulle novità e conosci nuovi Allenatori su Telegram, Instagram e altri nostri social: https://linktr.ee/PokemonNext 

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato di un datamining ai danni del firmware 10.0.0 di Nintendo Switch. Da quel datamining erano trapelate alcune importanti informazioni su una possibile nuova console della grande N. In molti hanno ovviamente pensato alla discussa Nintendo Switch Pro. Per quanto alcune informazioni fossero corrette, Mike Heskin è intervenuto con un tweet, necessario – secondo l’autore – per chiarire alcuni punti che erano stati male interpretati in precedenza.

Tutte le informazioni trapelate dal datamining

Vi ricordiamo che quanto segue sono informazioni non ufficiali, e pertanto non godono della piena credibilità e veridicità:

  • Già dal firmware 10.0.0, è emerso che – molto probabilmente – un nuovo modello è in sviluppo;
  • Come già scritto in precedenza, il nome in codice di questo modello è “Aula” (Icosa, Hoag e Iowa erano i nomi in codice rispettivamente di Nintendo Switch, Nintendo Switch Lite e dell’ultimo modello con batteria migliorata). Il nome in codice del suo form factory (le specifiche dei componenti hardware) è nx-abcd (quello di Nintendo Switch Lite è nx-abcc);
  • Aula presenterà un chip dp2hdmi di Realtek (probabilmente RTD2173 o della stessa famiglia). Il modulo di sistema “nvservices” si occuperà della comunicazione con questo chip, utilizzando nuovi ioctl come input e output dei messaggi di pannello tramite DPAUX;
  • Il nuovo display con tecnologia OLED o MiniLED sarà prodotto da una nuova azienda;
  • Il SoC è lo stesso di Nintendo Switch Lite e dei modelli più recenti di Nintendo Switch, ovvero Mariko (conosciuto anche come T214.T210B01 o TegraX1);
  • Aula manterrà il solito LPDDR4X (DRAM) da 4 GB, prodotto questa volta con un processo a 10 nm. Tuttavia, non mostra nuove dimensioni o tipi di DRAM;

Nintendo Switch Pro?

Mike Heskin ci tiene a precisare che il nuovo chip dp2hdmi sia progettato – sulla base dei dati raccolti dal datamining – per l’upscaling dell’output HDMI a 4K. Ciò viene in parte confermato dalle modifiche al DRM HDCP (firmware all’interno del modulo di sistema “nvservices“) e dal chip di Realtek. Secondo l’autore del tweet, dunque, non è ancora chiaro come verrà generato il segnale di Output in 4K; si era ipotizzato l’utilizzo di un nuovo dock, ma tutto lascia pensare che il chip di Realtek risieda nel display del nuovo modello, e non in un supporto esterno.

Se questi rumor si rivelassero veritieri, significherebbe che qualcosa sta effettivamente bollendo nella pentola di Nintendo. Che si tratti proprio di Nintendo Switch Pro? Non ci resta che aspettare. Magari ne sapremo di più con il vociferato – ma non ancora confermato Nintendo Direct di gennaio…

Eccovi il Tweet di Mike Heskin: