Nintendo Wii: sciolta l’accusa, niente risarcimento di 10 milioni di dollari per iLife Technologies

AUTORE

CATEGORIA

CONDIVIDI

Nella giornata di ieri Nintendo ha annunciato definitivamente la cancellazione dell’accusa ricevuta da iLife Technologies inc. nel 2017, riguardante la violazione di un brevetto appartenente alla tecnologia di movimento del Wii Remote.

La sentenza proviene da un tribunale federale di Dallas, in particolare si parla di un risarcimento di 10,1 milioni di dollari che Nintendo avrebbe dovuto versare nelle casse di iLife.

Secondo il tribunale, la iLife Technologies inc. stava impercettibilmente cercando di coprire l’ampio concetto di utilizzo dei sensori per rilevare il movimento.

La battaglia tra Nintendo e iLife Technologies inc. va avanti da parecchio tempo; questo brevetto recentemente invalidato è stato l’ultimo dei sei promulgati da iLife Technologies inc. contro Nintendo dal 2013.

Ajay Singh, vice Consigliere Generale di Nintendo America, ha speso due parole in riferimento alla notizia:

“Nintendo ha una lunga storia nello sviluppo di prodotti nuovi e unici e siamo lieti che, dopo molti anni di contenzioso, il tribunale abbia concordato con Nintendo. Continueremo a difendere vigorosamente i nostri prodotti contro le aziende che cercano di trarre profitto dalla tecnologia che non hanno inventato loro.”

Voi cosa ne pensate? È giusto che Nintendo non debba pagare niente?