Leggende Pokémon: Arceus, ecco quello che sappiamo sulle lotte dinamiche nell’overworld di gioco

A pochi giorni dall’uscita di Leggende Pokémon: Arceus, è impossibile non essere in hype per una delle più grandi novità tra le meccaniche annunciate. Le lotte dinamiche nell’overworld di gioco daranno aria fresca ad un gameplay vecchio 25 anni.

Unisciti al Gruppo Telegram di Pokémon Next per seguire tutte le novità e commentarle con gli altri utenti: http://bit.ly/2F95vcD

Leggende Pokémon: Arceus sarà una vera svolta nell’ambito videoludico per i mostriciattoli tascabili. Tra le tante novità già annunciate, vogliamo soffermarci su quella che promette molta più dinamicità e longevità al titolo: le lotte nell’overworld di gioco. Esse costituiscono una buona fetta di richieste proposte dall’utenza affinché la classica meccanica delle lotte a turni (marchio di fabbrica di Pokémon) venisse svecchiata ed aggiornata, adattandosi a titoli simili dal gusto più accattivante, come Monster Hunter Rise, o Xenoblade Chronicles 2, o semplicemente prendendo spunto dalla campagna di Legend of Zelda: Breath of the Wild. Entriamo nel dettaglio, e analizziamo dunque tutti i punti chiave di questa storica virata da parte di Game Freak e The Pokémon Company.

Esplorazione

La promessa iniziale è quella di rendere quanto più vera e naturale possibile l’esplorazione del giocatore. Già ai tempi della seconda e terza generazione, in quel di Johto e Hoenn, abbiamo assaporato il brivido della scoperta scuotendo alberi e spaccando rocce, alla ricerca sì di strumenti, ma anche con l’incognita di imbatterci in Pokémon nascosti e altresì non disponibili in ulteriori location. Leggende Pokémon: Arceus ripropone il tutto in 3D, con visuale in tempo reale di ciò che la natura offre di giorno e di notte, tra gli alberi e tra le rocce, sulla terra ferma e sull’acqua. Quello che davvero eccita la fan base Pokémon è la SCELTA: voglio attaccare ora quel Pokémon selvatico, o no? Sono nelle condizioni di poterlo affrontare? Potrei lanciare subito una PokéBall senza ingaggiare alcuna lotta noiosa ed estenuante al fine della giocabilità? Tutti quesiti ad oggi con esito negativo, ma che dal 28 gennaio avranno riscontri ben diversi.

Ricerca

Tornare sui propri passi avrà un sapore diverso. Ciò che ci è sfuggito, ciò che è difficile da carpire o semplicemente impossibile da trovare in un primo momento, diventa il perno su cui ruoterà la ricerca e la cattura in serie di determinate specie. Sebbene ancora con non poche perplessità sul frame-rate e sulla qualità video, il pubblico affezionato non vede l’ora di unire realisticità a indagine continua di luoghi e Pokémon non ancora trovati o quanto meno esplorati in maniera superficiale. Il mondo che ci circonderà sarà dinamico, veritiero, tangente, insomma, vivo. Ma è sempre il giocatore a decidere se e quando intraprendere una cattura o direttamente la lotta con uno dei mostriciattoli selvatici, facendo dunque della gestione delle risorse, un altro elemento stuzzicante del gameplay.

Cattura istantanea e lotte

Come mostrato dalle immagini che abbiamo scelto, la cattura avrà un feeling nuovo e sconosciuto per certi versi. L’allenatore potrà decidere se scontrarsi direttamente con la creatura designata, oppure reputare di indebolirla in modo da facilitarne l’ottenimento. In ambo i casi, lo sfondo che farà da cornice a questo evento non è casuale o preimpostato, bensì veritiero e figlio della posizione geografica in cui tale battaglia sta per avere inizio. Potremmo realmente dire basta a set “pre-assemblati” fatti di alberi verdi generici per le foreste, acqua sconfinata per i percorsi marittimi, e rocce random per qual si voglia anfratto o cunicolo. Leggende Pokémon: Arceus promette immersione a 360° nell’azione del momento, traendo insegnamento da ciò che Pokémon Spada e Scudo ha parzialmente fallito con le Terre Selvagge.

Modalità di cattura

Le modalità di cattura saranno di due tipologie:

  • Cattura immediata. Noi giocatori dovremmo muoverci di soppiatto, nascondendoci tra arbusti e cespugli, fino a raggiungere una distanza tale che, lanciando la PokéBall/MegaBall/PesoBall, riusciremo a colpire la nostra preda. Questa, se di facile ottenimento, entrerà senza problema nella sfera, garantendoci il massimo risultato con il minimo impegno. Non avremo alcuna transizione, nessuna animazione di lotta predefinita. Solo la gioia di portare a termine un’azione che in passato avrebbe richiesto maggior tempo e dedizione.
  • Cattura tradizionale. Scagliando verso il Pokémon designato la PokéBall contenente uno dei nostri amici in squadra, ingaggeremo una battaglia a turni. Solo allora il giocatore dovrà servirsi della sua esperienza per indebolire l’avversario e procedere alla cattura. I tempi di caricamento promessi sono pari a zero, passando dall’overworld alla lotta con la sola transizione della scritta sullo schermo.

Le varie Tecniche e i Pokémon Alfa di Leggende Pokémon: Arceus

Menzione speciale (ma troverete un approfondimento in questo articolo), è da dedicare alle Tecniche presenti durante le lotte tradizionali. La Tecnica Rapida e la Tecnica Potente richiamano le due scuole di pensiero dell’Isola dell’Armatura. Qui il maestro Mustard ci spiega come il piccolo Kubfu può evolversi in Urshifu e specializzarsi nell’arte del Pluricolpo o del Singolcolpo. Questo concetto, ad oggi presente anche nel Gioco di Carte Collezionabili Pokémon, è stato preso ed elevato alla sua forma finale in LPA, dando l’opportunità a gran parte dei Pokémon di poterne usufruire. Ogni tecnica ha i sui pro ed i suoi contro, sarà dunque l’astuzia e la sagacia dell’allenatore a decidere se e quando sfruttare tali armi a suo vantaggio. Persino i Pokémon Alfa avversari ne potranno usufruire, rendendo le loro sfide ancora più accattivanti. Quest’ultimi avranno due funzionalità all’interno della nostra avventura. Se catturati, saranno un aiuto prezioso nel proseguimento verso luoghi ancora sconosciuti all’uomo. Se sconfitti, daranno ricompense succose e difficili da ottenere in altri modi.

Conclusioni e considerazioni su Leggende Pokémon: Arceus

Essere rincorsi da un furioso Pokémon Alfa. Cercare Pokémon rari in mezzo al mare, tra le foglie di un albero o dietro ad una roccia. Scappare da una possibile minaccia non ancora affrontabile. Godersi a pieno la battaglia imminente o la cattura in serie senza transizioni o schermate specifiche. Lotte a turni dettate non dall’alternarsi delle mosse, bensì da tecniche e statistiche proprie dei protagonisti. Questo è molto altro sarà Leggende Pokémon: Arceus. Un gioco che non godrà a pieno della next generation videoludica, ma che fa presagire un futuro ricco di novità e di innovazione per il brand Pokémon. Noi di Pokémon Next non vediamo l’ora. E voi? Fatecelo sapere sul nostro gruppo Telegram! E se verranno rilasciati altri dettagli in merito, state pur certi che noi saremo pronti a tenervi aggiornati.

Leggende Pokémon: Arceus

More from the blog

Leggende Pokémon: Arceus è uno dei migliori giochi Pokémon di sempre secondo chi lo ha già provato!

Tra soli 4 giorni Leggende Pokémon: Arceus farà il suo debutto ufficiale su Nintendo Switch, ma alcune persone lo hanno già provato in anteprima...

Leggende Pokémon: Arceus, i leak fanno volare le prenotazioni

Negli ultimi giorni le copie di Leggende Pokémon: Arceus hanno cominciato a trapelare in giro per il mondo lasciando trapelare tantissime informazioni. I leak...

25 anni di storia Pokémon

Sono passati 25 anni dalla pubblicazione del primo gioco e negli anni c'è stata una notevole evoluzione dei giochi Pokémon. Con una community così...

Secondo un leaker, la nona generazione Pokémon sarà annunciata nel 2022

Con l'imminente uscita di Leggende Pokémon: Arceus il 28 gennaio 2022, l'attenzione dei fan è posta da tutt'altra parte rispetto ai classici giochi principali...