Camilla: la storia della campionessa Pokémon più temuta di sempre, fra ispirazioni e caratteristiche!

AUTORE

CATEGORIA

CONDIVIDI

Camilla è di sicuro uno dei personaggi più amati e idolatrati dagli Allenatori di tutto il mondo. Lei ed il suo spietato Garchomp rappresentano una delle sfide più ardue mai affrontate in un qualsiasi tipo di videogioco Pokémon. Unendo la sua forza alla sua aura misteriosa ed intrisa di leggenda, Camilla è riuscita anche ad essere una delle Campionesse preferite dagli appassionati.

Proprio per questo, l’Allenatrice che sembra provenire da Memoride appare in tanti titoli del brand, non solo in Pokémon Diamante e Perla, dove fa la sua prima apparizione. Tuttavia Camilla non fa parte solo del glorioso passato di Pokémon, ma anche del suo futuro: apparirà infatti anche in Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente! E di recente abbiamo scoperto anche di un suo ritorno nella serie animata, visto che è apparsa nell’episodio 35 di Esplorazioni Pokémon Master.

Oggi, vogliamo ricordare e scoprire allo stesso tempo i segreti di questa enigmatica Campionessa, sia per i veterani che noteranno qualche dettaglio nascosto sia per i novizi che per la prima volta sentono parlare di Camilla!

Estetica ed ispirazioni, una campionessa “divina”

Partiamo dal principio. Per parlare di un personaggio, soprattutto nel caso di uno profondo quanto Camilla, dobbiamo partire dalle possibili ispirazioni che hanno portato alla sua creazione.

Dai dettagli dell’estetica possiamo principalmente dedurre il tentativo di renderla più maestosa possibile. Una figura che ha il compito di raccontare la leggenda più grande di tutte deve avere in qualche modo anch’essa uno stile “divino” e voluminoso. Quest’ultimo aggettivo è più che adatto a Camilla: dalla lunga capigliatura bionda all’elegante vestito scuro, tutta l’estetica e l’outfit stesso della Campionessa di Sinnoh sono imponenti.

Tra l’Olimpo e Virgilio

La fonte più grande, però, per capire la genesi del ruolo che Camilla ha ricevuto dalla sua creazione è proprio il suo nome. Oppure, per meglio dire, i “suoi” nomi. I diversi nomi localizzati infatti richiamano figure eroiche e potenti, potremo dire le prime eroine della storia della mitologia.

I nomi di Camilla che destano più interesse, oltre a quello italiano, sono quello giapponese e quello inglese. Se il primo, “Shirona”, continua la tradizione di vegetali e piante come nomi dei personaggi della serie Pokémon (in questo caso il significato letterale sarebbe “Bietola” e “bianca”), il secondo invece richiama leggende molto più vicine al mondo occidentale.

Statua di Artemide del Museo del Luvre (https://it.wikipedia.org/wiki/Artemide)

Il nome inglese, usato in tanti altri paesi come la spagna, è infatti “Cynthia”. Come ben fa notare Pokémon Central Wiki, Cynthia richiama uno dei nomi greci con cui ci si rivolgeva alla dea Artemide. Membro degli Dei dell’Olimpo, era Dea della caccia, delle foreste e del tiro con l’arco, venina spesso associata alla Luna ed il suo culto richiamava spesso il satellite del pianeta Terra.

Il nome nostrano invece è un po’ più ricercato, ma prende spunto allo stesso modo da una gloriosa figura femminile. Camilla infatti è un personaggio dell’Eneide di Virgilio e si tratta di una guerriera amazzone cresciuta nei boschi e tra gli animali selvaggi, capace di incutere terrore e di guidare intere armate di uomini.

L’intento quindi, con la nascita di Camilla, è stato di creare il Campione Pokémon definitivo, capace di incutere terrore ma allo stesso tempo maestosità, con cui riesce a ricevere l’ammirazione di tutti gli Allenatori, nonché del protagonista dei titoli di quarta generazione.

Il ruolo di Camilla nei media Pokémon

Camilla appare praticamente in tutti i media Pokémon più famosi. Videogiochi, anime, manga, carte e applicazioni. Le mancherebbero solo i titoli spin-off, che però solo in pochissimi casi citano un personaggio umano proveniente dalla serie dei giochi principali. Se non volete spoiler sulle storie principali dei giochi, manga e anime in cui appare, saltate pure al paragrafo sulla sua squadra.

Apparizioni nei giochi

Come già detto, Camilla appare per la prima volta in Pokémon Diamante e Perla, e successivamente anche in Pokémon Platino. Nei titoli di quarta generazione è la Campionessa in carica, che come tanti altri Campioni interverrà nella storia principale interagendo spesso con l’Allenatore protagonista.

Quarta generazione

Come spiega bene Pokémon Central Wiki, la incontreremo per la prima volta ad Evopoli, occasione in cui ci donerà la MN01 Taglio (In Platino aggiungerà anche un Uovo contenente un Togepi). Da lì la incontreremo nel Percorso 210 dopo aver ricevuto quattro Medaglie, dove ci donerà la Pozione Segreta per curare gli Psyduck che bloccano l’accesso a Memoride e l’Arcamuleto, strumento che poi dovremo consegnare a sua nonna proprio nella piccola città appena citata. Nel corso dei vari incontri con lei, ci parlerà spesso delle leggende della regione che stiamo esplorando. Scopriremo solo alla fine della trama principale, dopo aver battuto i Superquattro, che è lei la Campionessa di Sinnoh.

In Pokémon Platino, oltre agli eventi già citati, sarà anche sulla Vetta Lancia per sventare il piano di Cyrus. Ci aiuterà, arrivando a seguirci anche nel Mondo Distorto. In post-game, può essere trovata nelle rovine di Memoride, in cui ci racconterà, come ha fatto nel resto dell’avventura, della mitologia di Sinnoh. Potremo trovarla anche in Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver, in cui guiderà il protagonista di Johto nelle Rovine Sinjoh, luogo esclusivo in cui si poteva ottenere un Uovo legittimo di Dialga, Palkia o Giratina, i figli del Dio dei Pokémon, Arceus.

Altre generazioni

Camilla apparirà anche in altre generazioni successive alla quarta. In quinta generazione la troveremo sia in Pokémon Bianco e Nero che in Pokémon Bianco e Nero 2. Nei primi, potrà essere sfidata nella sua casa a Spiraria, in cui si recheranno a seconda delle stagioni le Capopalestra e Superquattro femminili di Unima, per poi essere disponibile per un’altra battaglia in Primavera ed in Estate. Nei secondi, sarà presente anche come sfidante al Pokémon World Tournament, situato a Libecciopoli. Infine, sarà affrontabile anche nell’Albero della Lotta di Pokémon Sole e Luna, in cui potrà essere scelta anche come compagna per le lotte di tale edificio.

Apparizioni nell’Anime

La Campionessa di Sinnoh appare solo nelle serie di Pokémon Diamante e Perla e di Pokémon Bianco e Nero. Il suo debutto avviene in realtà in un flashback di Luciano, Superquattro di tipo Psico, nell’episodio 501. La sua prima apparizione di persona risale all’episodio 506, in cui incontrerà Ash, Lucinda, Brock ed il rivale del protagonista di Biancavilla Paul. Nel corso della serie sarà un personaggio molto ricorrente, apparendo in una decina di episodi, dove si mostrerà in lotte sensazionali e dove aiuterà i nostri eroi a sconfiggere in più occasioni il Team Galassia.

Camilla nella serie di Bianco e Nero (https://wiki.pokemoncentral.it/Camilla_(anime)

Nella serie di Bianco e Nero avrà un ruolo più marginale ed apparirà in pochi episodi, fungendo principalmente da mentore ed aiutando in più occasioni i personaggi principali, ovvero Ash, Spighetto e Iris. Da segnalare una piccola chicca durante l’episodio 747, in cui rifiuterà senza mezzi termini un invito a pranzo di Nardo, Campione di Unima. L’ultimo episodio in cui appare, prima del suo ritorno in Esplorazioni Pokémon Master, è il numero 755, poco prima dell’inizio della Lega di Unima.

Camilla fa un cameo anche nella serie Pokémon Generazioni, rilasciata su Youtube dagli account ufficiali Pokémon, nel miniepisodio 11 “Un nuovo mondo”, in cui cercherà di fermare il piano di Cyrus, che però, nonostante tutto, riuscirà a richiamare con successo Giratina.

Per quanto riguarda i film, avrà un cameo in tre lungometraggi: “Arceus e il Gioiello della Vita”, “Il Re delle Illusioni Zoroark” e “Genesect e il Risveglio della Leggenda”. Un suo cameo, poi smentito dal regista stesso, era stato ipotizzato in “Scelgo Te!”, in cui la madre di Amina, accompagnata da un Empoleon, ricorda in modo impressionante proprio Camilla, come spiegato nella sezione curiosità dedicata a lei di Pokémon Central Wiki.

Altre apparizioni

Camilla e Catlina, numero 189 di Eclissi Cosmica, versione giapponese (https://bulbapedia.bulbagarden.net/wiki/Cynthia_%26_Caitlin_(Cosmic_Eclipse_189)

Camilla appare in tutti gli archi narrativi di quarta generazione del manga principale Pokémon, “Pokémon Adventures”, e in due serie di manga minori dedicati esclusivamente a Pokémon Diamante e Perla, “Pokémon Diamond and Pearl Adventures” e “Pocket Monsters Platinum: Aim to Be Battle King!!”

Oltre ad apparire in Pokémon Masters EX, Camilla è presente e menzionata spesso nel Gioco di Carte Collezionabili Pokémon. Parlando proprio di quest’ultimo, sono ben 11 i Pokémon di Camilla nell’espansione di Platino “Supreme Victors” (Rayquaza, Lickilicky, Lucario, Milotic, Roserade, Altaria, Garchomp, Spiritomb, Togekiss, Garchomp LV. X e Rayquaza LV. X). Sono tante poi le carte Aiuto Allenatore a lei dedicata, con ben due Full Art spacchettabili nell’espansione Ultraprisma di Sole e Luna ed una meravigliosa Full Art insieme a Catlina in Eclissi Cosmica, sempre di Sole e Luna.

Per i più attenti, Camilla è presente anche nell’artwork di un Garchomp presente sempre in Ultraprisma.

L’invincibile squadra di Camilla

La squadra che ha permesso a Camilla di essere l’Allenatrice più forte di Sinnoh è ben nota, col suo fidato Garchomp, protagonista delle tante sconfitte di noi Allenatori novizi che, ormai 15 anni fa, ci avventurammo per la prima volta in Pokémon Diamante e Perla. I suoi Pokémon sono gli stessi sia in quei titoli che in Pokémon Platino e hanno gli stessi moveset, al massimo con una mossa cambiata. Un grande cambiamento tra quei giochi però c’é: se nei primi titoli di quarta generazione troviamo Gastrodon nella sua squadra, in Pokémon Platino potrà invece contare su di un Togekiss al posto del Pokémon Lumacomare. La sua squadra era davvero temibile, soprattutto per un semplice fatto: tutti i suoi Pokémon possedevano 31 IV in tutte le Statistiche, cosa davvero rara per un personaggio non giocante.

Spiritomb

Camilla esordisce sempre, anche nelle sfide di quinta generazione, col suo Spiritomb. Si tratta di un Pokémon davvero ostico, soprattutto a causa dei suoi tipi: essendo un tipo Spettro/Buio, infatti, non aveva debolezze prima della sesta generazione, dove acquisiva la debolezza al tipo Folletto. Le sue Statistiche versatili ed il pericolo di potenziarsi grazie a Ventargenteo lo rendevano un inizio davvero pericoloso per ogni sfidante.

Roserade

Andando avanti, possiamo continuare con Roserade, che, soprattutto in Pokémon Diamante e Perla, poteva risultare letale. In quei giochi, infatti, gli unici Pokémon di tipo Fuoco trovabili erano Chimchar e Ponyta. Molti giocatori affrontavano questo Roserade col proprio Infernape, risultando però spesso sconfitti dall’Extrasenso del Pokémon Floreale. La caratteristica del suo Roserade, infatti, è la grande differenziazione del tipo delle sue mosse.

Gastrodon e Togekiss

Per quanto riguarda Gastrodon da un lato e Togekiss dall’altro, bisognava prestare molta attenzione. Infatti, il Pokémon Lumacomare possiede una combinazione di tipi che lo rende invulnerabile al tipo Elettro, unito alla pericolosità di un Terremoto potenziato con la STAB (Bonus del 50% dato ad una mossa se è dello stesso tipo del Pokémon che la usa).

Togekiss invece poteva contare sul suo altissimo Attacco Speciale e sulla sua abilità Tuttafretta, che potenzia le mosse a discapito della precisione. A Camilla il calo di precisione però preoccupava poco, visto che nel moveset di Togekiss erano presenti mosse infallibili come Forzasfera.

Lucario

Avversario ostico già nella Palestra di Rupepoli, Lucario si ripresenta anche nella squadra della Campionessa. Oltre ad avere diverse mosse che coprono le sue debolezze, come quella al tipo Fuoco, l’arma principale di Lucario è la sua fidata Forzasfera, mossa speciale di tipo Lotta che non può mancare il bersaglio.

Milotic

Dopo Garchomp, il grande muro che ha fatto piangere tanti Allenatori è proprio Milotic, Pokémon di terza generazione. Infatti, l’evoluzione di Feebas posseduta da Camilla era solita sorprendere gli sfidanti con Specchiovelo, mossa che rispedisce al mittente con doppia potenza una mossa speciale subita. Unita questa potente mossa alle sue alte Difese, alla capacità di cura che aveva grazie ad Acquanello, successivamente rimpiazzato con Dragopulsar in Platino, e a Geloraggio, che copriva la debolezza al tipo Erba, questo Pokémon poteva risultare particolarmente ostico.

Garchomp di Camilla nelll’anime, durante la serie di Bianco e Nero. (https://wiki.pokemoncentral.it/Garchomp_di_Camilla)

Garchomp

C’è molto poco da dire sul Garchomp di Camilla. Basterebbe menzionare che è il Pokémon pseudo-leggendario di quarta generazione, dotato quindi di un totale di Statistiche pari a 600. La sua doppia debolezza al tipo Ghiaccio era bilanciata dalla sua mossa Breccia di tipo Lotta, che spesso e volentieri, vista la spropositata Velocità di Garchomp, colpiva preventivamente Pokémon di tipo Ghiaccio più lenti di lui. Anche Abomasnow era totalmente inutile contro di lui in Platino, in virtù del fatto che Garchomp è dotato nel suddetto gioco, invece di Breccia, della potente mossa Lanciafiamme.

Il fascino della campionessa: un cenno dei dialoghi

Per concludere questa piccola analisi di Camilla, facciamo un piccolo cenno ai suoi dialoghi, così da capire qualche sua caratteristica e fatto che la riguarda.

Appassionata di leggende

Iniziamo con l’informazione che già apprendiamo dal primo incontro con lei: il suo amore per la mitologia. Nella storia intricata di misteri e leggende di Sinnoh, è un personaggio fondamentale, che vedrà qualcosa nel nostro Allenatore e che crederà in lui fin dal loro primo incontro. La sua mancanza avrebbe provocato non pochi problemi nella storia di Pokémon Diamante e Perla. Sono in pochi, come ammette lei stessa, che conoscono così tanto la mitologia di Sinnoh.

Grazie alle sue ricerche, per esempio, ci spiega come salvare l’universo sulla Vetta Lancia in Pokémon Platino:

“Studiando le leggende, credo di aver finalmente trovato una risposta. Quando questo mondo ebbe origine, apparirono DIALGA e PALKIA. Ma pare che nello stesso momento fece la sua comparsa anche un altro Pokémon. Un Pokémon potente quanto DIALGA e PALKIA… Ma il cui nome non avrebbe mai dovuto essere pronunciato: GIRATINA! Si dice che si annidi in un altro mondo… Un mondo parallelo al nostro… […] Ci ha messo in comunicazione con il mondo parallelo. Se non lo richiudiamo, la distorsione si diffonderà in tutta la regione di Sinnoh e oltre… Il nostro mondo verrà distrutto…” (Fonte).

É lei che nelle Rovine Sinjoh ci spiega il processo di creazione di un Uovo divino grazie ad Arceus, che sarà già in nostro possesso. In Pokémon Bianco e Nero e nei loro sequel, infine, ci invita a visitare le Rovine degli Abissi, dove troveremo dei preziosi oggetti vecchi più di 3000 anni.

Disordinata cronica

Pure ai veterani forse sarà sfuggita una particolarità di Camilla, ovvero il fatto di essere una grande disordinata, come in un paio di occasioni ammetterà.

Per esempio in Pokémon Platino, in cui potrà farvi visita nella Villa dell’Area Svago come tanti altri personaggi, ammetterà di non voler tornare nella sua casa poiché quest’ultima sarebbe un disastro completo. Proprio a Spiraria poi, dopo averla rivisitata in estate, dirà come vorrebbe tanto vivere in quella casa, però se così fosse sarebbe già piena di montagne di documenti. In quella stessa occasione si rimprovera da sola e si prefissa l’obiettivo di pulire la sua casa (Fonte).

Questa sua caratteristica rappresenta in un certo modo la “doppia faccia” di Camilla, ovvero quella della Campionessa impassibile e saggia e quella della ragazza di tutti i giorni, che affronta i problemi quotidiani della vita. Ad esempio, sempre a Spiraria, si darà la colpa di essere stata troppo spendacciona e di aver comprato due costumi diversi, uno bianco e uno nero, per citare i titoli in cui appare per quest’occasione, così da crearsi da sola il dubbio su quale dei due mettere.

Campionessa cosmopolita

A proposito della casa di Camilla, le sue parole allo stesso tempo ci raccontano sia che non è originaria di Sinnoh sia il mistero della regione in cui è presente la sua “vera” casa.

Sappiamo di certo che la sua famiglia abita e viene da Memoride, e non ci serve un dialogo per saperlo, visto che troviamo la professoressa Carolina, sua nonna, proprio lì e possiamo dialogare con lei in tante occasioni. Un dettaglio però potrebbe far ipotizzare addirittura una terza regione in cui Camilla svolge le sue ricerche o semplicemente viaggia.

Sappiamo direttamente da lei che si trova ad Unima per studiare le Rovine degli Abissi nella Baia di Spiraria, e non dobbiamo di certo spiegare la sua presenza a Sinnoh. In Pokémon Platino però, sempre in uno dei dialoghi sbloccabili nella nostra Villa, dirà che non solo la sua casa è un segreto, ma anche la regione in cui si trova lo è.

Questo potrebbe essere un semplice indizio per il successivo rilascio di Pokémon Bianco e Nero, in cui effettivamente l’avremmo ritrovata, visto che puntualizzerà anche nei remake di seconda generazione la sua provenienza da Sinnoh. Ma è Camilla stessa a smentire quest’opzione, visto che una delle prime cose che ci dice in quell’evento è che quella è la casa di Catlina.

Se si da quindi per assodato che si trova sia a Sinnoh che ad Unima per fare delle ricerche sulle leggende delle due regioni, è possibile che avesse una casa fissa, nella quale abitava, forse, prima di diventare Campionessa di Sinnoh. In questo caso, avrebbe raggiunto solo successivamente sua nonna a Sinnoh, per compiere le sue ricerche, e l’ex Asso del Maniero Lotta ad Unima.

Si tratta di pure speculazioni, che hanno una base decisamente incerta. Tutto ciò varrebbe in caso solo per i videogiochi, visto che è chiaro nell’anime che Camilla provenga da Memoride e che la villa in cui si trova a Spiraria è di sua proprietà.

Il futuro: quando la rivedremo sulle nostre console?

Abbiamo davanti mesi molto importanti per lo sviluppo del personaggio. Se da una parte ci aspettiamo una Camilla simile a quella dei titoli del 2006 in Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente, forse non sarà così per Leggende Pokémon: Arceus.

Abbiamo visto nei vari trailer infatti che nel titolo in arrivo per Nintendo Switch il prossimo 28 gennaio troveremo diversi antenati di personaggi ben noti. La maggior parte di questi, naturalmente, proviene da Sinnoh.

Con molta probabilità vedremo un’antenata di Camilla, che magari conserverà la sua sapienza e aura leggendaria. Non ci resta molto da aspettare per scoprire questi dettagli in entrambi i titoli.

I remake di quarta generazione usciranno tra poco più di un mese, il 19 novembre 2021, e saranno una nuova occasione per assaporare la forza e la maestosità, ancora una volta, del mito della Campionessa Pokémon definitiva, Camilla!