Guida al Competitivo Pokémon – Volume 3: Strategie, Dynamax e ideazione di un Team

Ideazione di un team

Eccoci giunti alla parte più importante della nostra guida, ovvero l’ideazione del proprio team. Prima di partire con l’ideazione di un team da 0, il consiglio che diamo è quello di utilizzare dei Team a Noleggio, ovvero dei team realizzati da altri giocatori e che hanno messo a disposizione dell’utenza competitiva. Esempi di Team a Noleggio sono i 3 team visualizzati nella sezione Strategie di Lotta. Per utilizzarli, basta compiere i seguenti passaggi:

  • Andare su VS, poi su Stadio Lotta;
  • Selezionare Squadre a Nolo, e poi Organizza le Squadre a Nolo;
  • Andare su uno dei Team vuoti, ed inserire il codice del vostro Team a Noleggio.

Dovete stare attenti alla validità dei codici. Infatti, dopo un po’ il giocatore che ha creato il team potrebbe aver rimosso la possibilità di prenderlo a nolo, come per esempio col team visto nel Gravity Archetype.

Utilizzare dei Team a Noleggio è un primo passo molto importante per conoscere le varie strategie applicate in VGC, e che col tempo tendono ad evolversi e a diventare sempre più variegate. Conoscendo quindi il Metagame tramite l’utilizzo di Team a Noleggio, si può iniziare a modificare il Team che avete preso in prestito, in modo da renderlo più personale. Cercando di rendere più personale il vostro team infatti potete capire cosa vuol dire costruire un team Competitivo. Facendo un esempio pratico, avete giocato un team a noleggio basato su Pelipper e Barraskewda, Pokémon principalmente utilizzati in un Rain Team, e volete sostituire Barraskewda con un altro Pokémon che riesce a sfruttare la Pioggia, come Blastoise. Scegliete il moveset più adatto al vostro team, e anche le Spread EVs calcolandole con il calcolatore vedendo quali Pokémon possono causare problemi a Blastoise.

Dopo aver provato con mano a cambiare un team già conosciuto con dei Pokémon costruiti da voi, potete iniziare a ideare il vostro team personale. Per farlo, scegliete un Pokémon o un Archetipo sul quale costruire tra i tanti disponibili, poi cercate dei Pokémon con un ruolo adatto per supportare il Pokémon o l’Archetipo scelto. Avendo quindi scelto la Core principale da mandare in campo potete scegliere gli altri Pokémon da mettere nel team, in modo che si colleghino in qualche modo ai Pokémon che avete già preparato. Scelti quindi i vari Pokémon, potete iniziare a ideare i singoli Pokémon in base al ruolo che gli avete dato, quindi ad un Support si daranno mosse che supportano un altro Pokémon e spread EV dedicate alle Statistiche Difensive, uno Sweeper invece si daranno mosse d’attacco e spread EV più dedicate alle Statistiche Offensive etc.
Per comprendere meglio come costruire un team, facciamo un esempio pratico:

  • Il team visto nel paragrafo Steam Engine Archeotype è stato costruito basandosi principalmente su Coalossal, utilizzato come Bulky Special Sweeper, messo in combinazione con un Dragapult da usare come Supporter;
  • Le debolezze principali della Core ideata sono le Weather, in particolare la Rain e la Sand. Per cui, bisogna affiancare a questo team dei Pokémon che possano coprire queste debolezze, partendo dal proteggere Coalossal dai Pokémon che usano mosse di tipo Acqua, mettendo un Gastrodon con Acquascolo per assorbirle. Inoltre, lo si può utilizzare in combinazione con Dragapult Supporter per potenziargli l’Attacco Speciale con Surf, che non è male come tattica, oppure sotto Distortozona;
  • Per mettere difficoltà alle Weather, si può utilizzare un Dusclops Wall, che attiva la Distortozona, in modo da rendere il team avversario più lento rispetto al proprio. Oltre a lui, serve un Pokémon che abusa della Distortozona e se ne serve per attaccare più velocemente, come il Bulky Physical Sweeper Conkeldurr. Questo Pokémon può essere usato anche senza la Distortozona, quindi ha una doppia funzione, molto utile in un team del genere;
  • Se Gastrodon viene mandato K.O., serve un’alternativa per i Pokémon di tipo Acqua, e una buona scelta potrebbe essere un Fast Special Sweeper Rotom, nella sua forma Tosaerba. Assumendo la forma Tosaerba, assume il doppio tipo Erba/Elettro, utile contro i tipi Acqua e Terra nemici.

Scelti i Pokémon e assegnati i ruoli, le mosse, gli strumenti e le Abilità, bisogna pensare alle Spread EV da assegnare ai vari Pokémon. Qui toccherà utilizzare il calcolatore danni, in modo da capire quanto danno un Pokémon avversario fa al proprio Pokémon e quanto danno il proprio Pokémon fa al Pokémon avversario. In questo caso, i Pokémon avversari saranno rappresentati dai Pokémon più visti nel Metagame attuale, in particolare i Pokémon che possono causare più problemi al Pokémon selezionato. Ad esempio, un Pokémon pericoloso nei confronti di Gastrodon potrebbe essere Rotom nella sua forma Tosaerba, che è un Attaccante Speciale, per cui servirà aumentare la Difesa Speciale del Pokémon.
Durante tutte quante queste fasi vi consigliamo di prendere sempre come riferimento Pikalytics, dove potete conoscere una classifica ideale dei Pokémon utilizzati sul momento e la percentuale ideale di utilizzo dei vari Pokémon con relative mosse, abilità, strumenti e spread EV.

E con questo siamo giunti al termine della nostra guida al competitivo Pokémon. Se riscontrate qualche dubbio riguardante questa guida, fatecelo sapere nei commenti o sul nostro gruppo ufficiale Telegram. Inoltre, passate dai nostri social per rimanere sempre aggiornati su tutte le notizie a tema Pokémon e Nintendo. Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui