La Sony ha annunciato, questa settimana, che non parteciperà, per il secondo anno consecutivo, all’E3 2020 – considerato, a torto o ragione, il più importante festival internazionale dedicato all’ambito videoludico. Assenza che fa specie, considerando che, al termine di quest’anno solare, la Sony dovrebbe lanciare sul mercato la sua nuova console. Console, forse ultima, chiamata PlayStation 5. E la Nintendo? Seguirà lo stesso esempio?

Nel mentre Sony dichiarava forfait, Microsoft ha annunciato che terrà la sua solita press conference per annunciare il suo nuovo modello di console. In dirittura d’arrivo, anch’esso a fine 2020, è destinato a scontrarsi frontalmente con la nuova uscita di casa Sony.

Nintendo, ironicamente, è stato il primo fra i tre contendenti ad abbandonare l’E3,sia pure solo sul lato delle nuove console in uscita, in favore di un “Digital Event” trasmesso in via broadcast, preregistrato, in contemporanea in tutto il globo. Nintendo, infatti, è rimasta negli anni successivi, con propri stand, nell’E3, sfruttando l’evento per lanciare nuovi giochi, nuovi trailer e sfruttandolo ai fini dell’advertising. Cambiamento di paradigma che, unito all’abbandono di Sony dell’evento, hanno determinato una sempre minore importanza dell’evento a livello globale, per il sempre maggiore ricorso a video promozionali, più semplici e flessibili da gestire per le compagnie, e di maggiore impatto per il consumatore o potenziale tale.

Quest’anno Nintendo che cosa farà? Parteciperà?

Voi cosa ne pensate? Siete sorpresi dell’assenza di Sony a questo evento? Pensate che anche Nintendo alla fine darà forfait? Andrete a vedere anche voi l’E3, acronimo di Electronic Entertainment Expo, evento che si tiene ogni anno, nella città di Los Angeles, negli USA, organizzata dall’ Entertainment Software Association, importante lobby nell’ambito videoludico? Oppure starete comodamente sul divano in attesa di scoprirne le novità?