I Pokémon più difficili da far evolvere

AUTORE

CATEGORIA

CONDIVIDI

Fin dai giochi di Prima Generazione il processo di evoluzione ha sempre affascinato tutti i giocatori, dai novellini a quelli più esperti. Nella storia dei giochi principali sono molti i personaggi che si occupano di questa speciale metamorfosi, a partire dai Professori. Nel NextCuriosity di questo giovedì andremo quindi ad analizzare quali sono quei mostriciattoli tascabili il cui processo evolutivo è in media più arduo rispetto agli altri Pokémon.

5 – Karrablast e Shelmet in Escavalier e Accelgor

Alla quinta posizione troviamo una coppia di Pokémon: si trattano dei piccoli Karrablast, il Pokémon Addentatore, e Shelmet, il Pokémon Lumachina. Apparentemente il loro processo evolutivo sembrerebbe quasi normale dato che sono molti i mostriciattoli che si evolvono tramite scambio. Non è però così semplice dato che questi due Pokémon si evolvono se scambiati l’uno per l’altro. Non basterà avere un amico per effettuare lo scambio poiché anche lui dovrà trovare, per poi catturare ed infine scambiare il mostriciattolo opposto al vostro. Dal punto di vista “biologico” è anche interessante come Karrablast e Shelmet vadano a scambiarsi le rispettive caratteristiche ma dal punto di vista del gameplay, al contrario, risulta abbastanza complesso.

Shelmet e Karrablast by Haychel

4 – Magikarp in Gyarados

Magikarp, il Pokémon più debole in assoluto. Il piccolo Pokémon Pesce è considerato il mostriciattolo più fragile anche dalla stessa The Pokémon Company, la quale ci scherza su attraverso un video sul suo canale Youtube.

Non è dunque un caso che sia molto difficile da far evolvere. La prima, ed unica, mossa utile che apprende è Azione, al livello 15. L’unico modo per fargli guadagnare Punti Esperienza è cambiarlo in battaglia o tramite Condividi Esperienza. In ogni caso, dai livelli più bassi, è molto complicato portarlo fino al livello 20 per farlo evolvere in Gyarados.

3 – Seadra in Kingdra

Il Pokémon Drago Kingdra è molto famoso per essere il compagno fidato della Capopalestra di Ebanopoli, Sandra. Ottenere questo mostriciattolo, in Seconda Generazione, non era però così facile. Come ben sappiamo Seadra si evolve in Kingdra quando viene scambiato con lo Strumento Squama Drago. Nelle avventure originali di Oro, Argento e Cristallo questo speciale Strumento era ottenibile solo nelle più profonde viscere del Monte Scodella ed in nessun altro luogo. Una volta trovata la tanto cercata Squama Drago sorgeva un altro problema: avere un amico con il quale effettuare lo scambio. Cosa non da poco dato che nel lontano 1999 la serie di Satoshi Tajiri non era ancora il brand più famoso di tutti i tempi.

Kingdra by Dyunasumon

2 – Larvesta in Volcarona

Volcarona è sicuramente uno dei Pokémon non leggendari e non misteriosi più enigmatico dei giochi di Quinta Generazione. Infatti il Pokémon Sole era ottenibile attraverso due modi veramente singolari (oltre al comune Allevamento): in Pokémon Bianco e Nero poteva essere ottenuto al Castello Sepolto solo dopo aver sconfitto il Campione Nardo, ovvero dopo aver battuto due volte la Lega Pokémon di Unima dato che “la prima volta” la nostra sfida viene interrotta dal Team Plasma. Il secondo metodo era, ovviamente, far evolvere il suo stadio base Larvesta. La cosa non era affatto facile poiché il Pokémon Torcia ci veniva consegnato in un Uovo. Sarebbe stato necessario prima schiudere l’Uovo (da ben 40 cicli!) e solo dopo fargli raggiungere, dal livello 1, il livello 59. Larvesta, come se non bastasse, ha un Tasso di Allevamento davvero lento. Per fare luce su cosa sia il Tasso di Allevamento di un Pokémon, non è altro che il rapporto tra l’esperienza ottenuta fino a quel momento ed il livello attuale del mostriciattolo. Più questo valore è alto e maggiori saranno i Punti Esperienza necessari per far salire di livello un Pokémon. Insomma, ottenere Volcarona dall’Uovo di Larvesta può essere considerata un’impresa.

1 – Goomy in Sliggoo ed infine in Goodra

Goodra è un Pokémon pseudo-leggendario introdotto per la prima volta in Sesta Generazione. Potrebbe sembrare abbastanza semplice da far evolvere, poiché si evolve per livello, ma non è affatto così facile. Difatti Goomy, lo stadio base, si evolve per livello in Sliggoo solo dal livello 40 in poi. Ciò che rende difficile l’evoluzione di questo mostriciattolo è il suo Tasso di Allevamento molto lento. Tornando a Goomy, dunque, per farlo salire al livello 40 saranno necessario molti più P.E. del normale. Infine, per far evolvere Sliggoo in Goodra sarà necessario farlo salire di livello (dal livello 50 o superiore) in una zona di pioggia naturale, molto rara nelle zone paludose di Kalos.

Goomy.. Sliggoo.. Goodra!!! by lumethane

Il NextCuriosity di questo giovedì si conclude. Fateci sapere con un commento cosa ne pensate! Ora però tocca a voi: fateci sapere qual è stato il vostro Pokémon più difficile da far evolvere!