Nonostante la possibilità che il primo DLC di Pokémon Spada e Scudo, l’Isola Solitaria dell’Armatura, potesse essere rimandato a causa della situazione globale che viviamo, pare che non ci sarà alcun rinvio.

Come vi abbiamo già parlato in giornata, per festeggiare l’uscita della prima parte del pass di espansione L’isola solitaria dell’armaturaThe Pokémon Company ha annunciato una serie di distribuzioni di Pokémon con abilità nascosta tramite Dono Segreto all’interno dei titoli di ottava generazione, a partire dalla giornata di oggi e iniziando con Mr. Mime di Galar.

Come dichiarato su diversi portali ufficiali, tra cui il sito web italiano, queste iniziative servono anche a “preparare” gli Allenatori in vista della nuova avventura, con una distribuzione ogni settimana, per quattro settimane.

Il quarto dono partirà dall’11 giugno 2020 e, seguendo la logica, dovrebbe terminare esattamente 7 giorni dopo. Ebbene, questa potrebbe essere la chiave, o se preferite l’indizio, che ci può portare a scoprire la data di uscita del primo DLC.

L’evento, sempre secondo quanto sappiamo, dovrebbe terminare alla mezzanotte del 18 giugno 2020, quindi a cavallo tra il 18 e il 19 dello stesso mese. “Caso” vuole che il 19 giugno sia un venerdì, il giorno della settimana in cui Nintendo rilascia i propri prodotti sul mercato.

Essendo questo un prodotto digitale, e vista la coincidenza con il giorno della settimana, siamo legittimati a credere che L’isola solitaria dell’armatura verrà resa disponibile il 19 giugno a partire dalle ore 00:00. Ci teniamo a sottolineare che non si tratta di nulla di ufficiale ma di pure congetture fatte su tutte le informazioni che The Pokémon Company International ha rilasciato sull’evento.

In ogni caso, essendo previsto per la fine di giugno e tenendo conto della storia del venerdì come “giorno della settimana in cui Nintendo pubblica i videogiochi”, le due date plausibili sono appunto il 19 giugno oppure il 26. Ci risulterebbe strano, a questo punto, un annuncio di un ritardo dell’uscita del DLC che avrebbero potuto tranquillamente già annunciare con l’evento di oggi, o direttamente rimandare anche questa straordinaria distribuzione.